Come scegliere il maneggio ideale

Cosa analizzare per scegliere la struttura più idonea per cavallo e cavaliere

L’acquisto di un cavallo è una bellissima conquista, tuttavia non è un arrivo ma una grandiosa partenza: il momento in cui il nostro nuovo amico sale sul trailer e intraprende il viaggio verso casa è l’inizio di tutto. E qual’è il posto migliore?

La scelta del maneggio è una questione delicata, infatti qui passerà la maggior parte della sua vita e con lui anche noi spenderemo parecchie ore. Il primo punto è capire cosa vogliamo fare con questo cavallo e di conseguenza analizzare la struttura nella quale vorremo venga ospitato: in primo luogo è bene dare uno sguardo ai campi se sono attrezzati a dovere con un fondo adeguato secondo la disciplina che il binomio vorrà affrontare. 

Campo relax maneggio Orsini
Di altrettanta importanza è la scuderia, a questo proposito è necessario capire se la struttura offre box, box con accesso a paddock privato, paddock con capannina e accertarsi che il fondo possa essere sia in paglia che in truciolo per rispondere a qualsiasi esigenza. 

Poi ci sono tutti i locali accessori alla scuderia, dalla clubhouse, alla selleria più o meno ampia per chi ha ingombranti cassoni da concorso dove riporre tutto l’occorrente (io sono una di quelle persone che non potrebbe mai rinunciare al suo “armadio” XXL, figuriamoci per la mia cavalla), e ancora gli spogliatoi, il lavaggio con acqua calda e le lampade riscaldanti: sono tutti piccoli servizi che possono migliorare la gestione giornaliera del nostro cavallo. 

E poi ci sono alti e bassi all’interno del binomio, del tutto normali vorrei sottolineare; in alcuni periodi è utile un tondino per il lavoro alla corda o il riaddestramento dei soggetti più “vivaci”, in altri momenti ci vorrebbe una giostra quando la nostra presenza in maneggio è minore, per non parlare della disponibilità di paddock in erba che danno  ristoro ai nostri amici. 

Campo allenamento maneggio Orsini
La posizione geografica del maneggio è un punto fondamentale per chi ama fare passeggiate, assicuriamoci che ci sia un buon paesaggio nell’intorno fatto di campi e stradine di terra, ma non solo, anche capire quanto dista il primo centro gare che sarà quello dove affronteremo il maggior numero di competizioni e in ultimo che sia vicino a casa, è impagabile poter vedere il proprio cavallo anche tutti i giorni. 

 

Passeggiata a cavallo
Analizziamo infine gli orari di apertura al pubblico, tutti abbiamo ogni giorno tantissimi impegni e ritagliarsi del tempo per sé stessi non è del tutto scontato, se poi scegliamo un maneggio con giorni di chiusura e orari non troppo flessibili, si rischia di vedere il proprio amico solo durante il weekend e quindi di non poterlo gestire al meglio. 

La prospettiva è invece un maneggio inserito in un agriturismo con servizio di bar e ristorazione, la pausa pranzo e la cena potrebbero diventare un’ottima cornice ad una giornata in sella in giro per la campagna. 

Date attenzione anche alla scelta di gestore della struttura e istruttore, talvolta queste due figure coincidono in un’unica persona ed è bene che siano in linea con il nostro modo di gestire i cavalli e che siano disponibili. 

Al fine di compiere la miglior scelta possibile, pensate a come desiderate gestire il vostro amico e cosa è fondamentale avere secondo voi in un maneggio: dipende tutto dalle vostre idee e da cosa sentite di voler fare. Lascio quindi qui di seguito un breve video dove descrivo in che maneggio vive la mia cavalla. 

Buona visione.
VIDEO:
IL MIO ANGOLO DI PACE E LA BELLISSIMA DIMORA DELLA MIA CAVALLA: L'AGRITURISMO MANEGGIO ORSINI
Link utili:

Canale Youtube Brunette Rider: https://www.youtube.com/channel/UCgBBKf5ISgSzNL82mTphquQ

Il Maneggio Orsini (Verolanuova - BS):
Sito WEB http://www.agriturismoorsini.it
Fb https://www.facebook.com/maneggio.orsini

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.